Giuseppe Conte – Considerazioni astrologiche sul Tema natale

In sintesi, si può concludere che così come è strutturato il tema natale, ossia col Sole e Luna lesi, compresi i maestri della Casa decima; il primo, Nettuno, leso in Scorpione, il secondo, Marte, sofferente in Cancro-dodicesima Casa, si preannuncia una carriera politica contrastata e di limitata durata.

GIUSEPPE CONTE – 8 agosto 1964 02h30 Volturana Apuleia (Foggia) –

Leone – Ascendente Cancro

 

Il Sole neutro, o ben aspettato, in Leone -suo domicilio- marca un soggetto dalla personalità prorompente, “solare”, e dalla generosità d’animo. In questo caso però, ci si trova di fronte a un Sole fortemente dissonante sia con Nettuno -maestro della nona e della decima Casa- e sia col Nodo Lunare Nord e con Venere in Cancro-XII Casa. Tali dissonanze denotano manie di grandezza, mancanza di tatto e autoritarismo.

Per contro, tutti questi aspetti negativi vengono, e se necessario tenuti a freno, e ben gestiti, dallo stellium dei pianeti ospiti in Vergine (Urano, Mercurio e Plutone) in aspetto armonico con l’Ascendente Cancro e con Nettuno in Scorpione, celando così il tratto fortemente negativo del Sole leonino.

Inoltre, Saturno in Pesci-IX Casa, in aspetto armonico con la congiunzione Venere+Marte in Cancro-XII Casa, predispone a voler gestire situazioni traballanti nelle quali il soggetto non ama essere contraddetto.

Per quanto concerne la posizione sociale, si considera la Casa decima, o Medium Coeli, punto di realizzazione personale, Casa che occupa parte del segno dei Pesci e il segno dell’Ariete. I maestri della Casa decima, rispettivamente Nettuno per i Pesci, e Marte per l’Ariete, entrambi dissonanti, tendono a conferire una notorietà negativa. Il primo, Nettuno in Scorpione, in aspetto nefasto con la congiunzione Sole+Luna in Leone; il secondo, Marte, ospite in dodicesima Casa, evidenziano serie difficoltà nella gestione di incarichi prestigiosi.

Conte è stato eletto Primo Ministro del Governo Giallo-Verde il 1° giugno 2018, quando Nettuno -signore della decima Casa- formava un aspetto armonico con Nettuno natale in Scorpione, rafforzato quest’ultimo da un benefico Giove di transito.

È così che Giove -pianeta della espansione personale- congiunto a Nettuno, maestro del Medio Cielo, ha influenzato una situazione altamente favorevole, e al soggetto è stata conferita la prestigiosa carica di Presidente del Consiglio. Ma proprio quel Giove che fu favorevole nel giugno 2018, dal marzo 2021 lo stesso Giove transiterà in Acquario formando dissonanze con Nettuno in Scorpione, col Sole e Luna in Leone, e con Giove in Toro, con conseguenze sfavorevoli, influenzando la sfera personale e professionale.

Ad esacerbare il prossimo difficile periodo, si aggiunge Urano -maestro della Casa ottava- transitante in Toro (dal luglio 2020 a marzo 2024) in aspetto nefasto con Nettuno, con la congiunzione Sole-Luna, e in congiunzione con Giove. È noto che l’Energia di Urano è indice di situazioni improvvise e spesso imprevedibili, e di non facile contenimento.

In sintesi, si può concludere che così come è strutturato il tema natale, ossia col Sole e Luna lesi, compresi i maestri della Casa decima; il primo, Nettuno, leso in Scorpione, il secondo, Marte, sofferente in Cancro-dodicesima Casa, si preannuncia una carriera politica contrastata e di limitata durata.

 

Quanto sopra esposto riguarda unicamente uno studio sul tema natale, ed è esente da giudizi personali.

 

Conte bis – Governo Giallo-Rosso