Lagarde Christine – Presidente della Banca Centrale Europea

Christine Lagarde ha assunto ufficialmente l’incarico di Presidente della Banca Centrale Europea il 1° novembre 2019, succeduta a Mario Draghi, grande economista stimato in tutto il mondo.

 

 

 

Parigi, 1° gennaio 1956, 13h40

Capricorno – Ascendente Toro

     Dopo la disastrosa reazione delle Borse europee, in caduta libera, del 12 marzo 2019, a seguito della pericolosissima “gaffe” della Lagarde, andiamo ad esaminare il tema natale della stessa, per inquadrare -per quanto possibile- la di lei personalità.

     È un soggetto fortemente influenzato dai Segni di Terra, Capricorno e Toro; oltre a Mercurio in Capricorno. Il primo, il Sole in aspetto armonico con l’Ascendente Toro, ne fa una persona determinata a raggiungere quanto prefissatosi, il cui l’obiettivo è il potere. A conferma di ciò, Saturno -maestro del Capricorno, decima Casa- è in aspetto armonico con Urano, anche quest’ultimo maestro della decima. È questo aspetto che avrebbe consentito alla Lagarde di occupare, nel corso della sua carriera, importanti ruoli istituzionali, fino a succedere a Mario Draghi, nella carica di Presidente della Banca Centrale Europea, assumendo ufficialmente l’incarico il 1° novembre 2019.
Tuttavia, se andiamo a considerare la decima Casa, o Medium Coeli, non ci si rende conto di come sia riuscita a raggiungere ruoli istituzionali di tale calibro. Infatti, Mercurio e Venere -ospiti in decima Casa- sono entrambi fortemente lesi; il primo, Mercurio, in opposizione a Urano e in quadratura a Nettuno, conferiscono un comportamento talvolta irrazionale (Urano) e confusione mentale (Nettuno); il secondo, Venere, in Acquario, in dissonanza con Urano e con l’Ascendente Toro non giustifica gli incarichi prestigiosi ricoperti. Tali configurazioni astrali possono procurare situazioni gravose e ingestibili, e personali prese di posizione suscettibili di nocumento non solo individuale.
La rigidità che traspare dal tema natale è un lato della personalità che può facilmente creare forti inimicizie sia palesi (Marte e Saturno in Scorpione-settima Casa), che occulte (Nettuno, Marte e Venere, tutti maestri della Casa dodicesima).
Ma con una combinazione astrale natale dove emerge la durezza, il tornaconto personale (Capricorno-Toro) unitamente ad una evidente mancanza del senso di equità e di giustizia, chiaramente segnati dallo stellium di Luna, Plutone e Giove in dissonanza con Marte e con Saturno, quale fortunata combinazione astrale di transito può aver favorito l’ascesa alla posizione di alto prestigio quale Presidente della BCE? Vediamo.

Il 2 luglio 2019, Plutone, Energia dei grandi cambiamenti, transitava in Capricorno-decima Casa, in congiunzione con Mercurio natale e in aspetto con Marte in Scorpione. Lagarde veniva designata dal Consiglio Europeo a succedere a Mario Draghi, in qualità di Presidente della BCE.
Lagarde ha assunto ufficialmente l’incarico di Presidente della Banca Centrale Europea, in data 1° novembre 2019. E, in questa data, il Benefico Giove transitante in Sagittario-ottava Casa natale, formava un trigono con la Luna e con Plutone in Leone.

Tutti questi transiti formavano, il 2 luglio e il 1° novembre 2019, aspetti favorevoli su pianeti natali, purtroppo però tutti fortemente lesi. Pertanto ci si chiede: quali svantaggi potrà portare questo incarico per il soggetto medesimo, e considerata l’alta carica che riveste, per i Paesi dell’Unione?
Al riguardo non si deve altresì sottovalutare Urano transitante in Toro-dodicesima Casa, che andrà a formare importanti dissonanze, fino a marzo 2022, con Venere in Acquario-decima Casa, e poi col dirimpettaio Marte in Scorpione-settima Casa dal giugno 2023 a dicembre 2024.
In sintesi, considerato un tema natale tutt’altro che brillante, in aggiunta ai prossimi transiti planetari inquietanti, cosa ci si deve aspettare?

 

Quanto sopra esposto riguarda unicamente uno studio sul tema natale, ed è esente da giudizi personali