TALEBANI A KABUL – PREVISIONI ASTROLOGICHE

In relazione alla occupazione dei talebani in Afganistan, e alla resa di Kabul, la situazione del popolo afgano si preannuncia drammatica, col fondato rischio di essere costretto a vivere sotto un severo, estremista regime islamico.

 

Dopo il ritiro dell’esercito sovietico dall’Afganistan, avvenuto il 15 febbraio 1989, i talebani formarono un movimento, con l’obiettivo di riportare nei territori conquistati lo stile di vita della legge islamica più estremista, attuando esecuzioni pubbliche a chi trasgrediva i precetti religiosi, e obbligando le donne a indossare il burqa e gli uomini a mostrare una folta barba.

A seguito degli attentati alle Torri Gemelle dell’11 settembre 2001, gli Usa e la Nato si insediarono in Afganistan, giustificando l’invasione nell’ambito della guerra al terrorismo.
Dopo, 20 anni, sulla base di quanto concordato dal precedente presidente Donald Trump con i talebani, l’attuale presidente Joe Biden, in accordo con la Nato, ha messo in atto il ritiro delle truppe americane. I talebani che avevano invaso già gran parte del territorio, sono entrati a Kabul il 15 agosto 2021, con lo scopo di restaurare un governo sulla base della legge islamica.
Questo in estrema sintesi.

Ma a questo punto cosa si prospetta per il popolo afgano? Cosa ci rivelano gli Astri nel merito, considerando il 15 agosto, giorno della conquista di Kabul da parte dei talebani?
Possiamo esaminare la posizione degli Astri e trarre delle previsioni.

Il Sole – soggetto del consulto- che rappresenta il movimento dei talebani, il 15 agosto si trovava nel segno del Leone, suo domicilio, in dissonanza con Giove -Energia che rappresenta la legge, la legalità. Entrambi i Pianeti, Sole e Giove, non sono supportati da aspetti positivi. Di conseguenza si preannuncia un netto rifiuto, da parte dei talebani, di mettere in atto una legge democratica (Giove) e, quindi, la conseguenza sarà di eliminare i vantaggi che il popolo afgano ha conquistato negli ultimi vent’anni.

La congiunzione Mercurio+Marte in Vergine-seconda Casa solare, in dissonanza col Nodo Lunare Nord in Gemelli-undicesima Casa, rivela l’assoluta mancanza di continuità di quanto era stato ottenuto dal popolo afgano (Saturno in Acquario-settima Casa in aspetto armonico col Nodo Lunare Nord in Gemelli).

La situazione femminile dopo la presa del potere dei talebani si preannuncia alquanto delicata e poco rassicurante. L’emancipazione femminile raggiunta, che ha portato le ragazze e le donne afgane a poter studiare, lavorare, e a godere di una certa indipendenza, confermata anche  dalla Energia trasformatrice di Plutone in aspetto armonico con Venere, rischia di subire un blocco dal rigido regime talebano poiché le donne sono obbligate a seguire le regole della legge islamica più estremista.

E, purtroppo, le prime avvisaglie sembrano già essersi manifestate.