Sotto il Segno della Vergine

Il nativo del segno della Vergine è dotato di uno sviluppato senso pratico e critico, alieno da ogni fantasiosa utopia.

     vergine

Segno della Vergine        

23 agosto – 23 settembre

Segno di Terra, femminile, notturno, mobile o doppio, sterile.

Domicilio (notturno): Mercurio – Esaltazione: Mercurio    –   Esilio: Giove, Nettuno – Caduta: Venere

 

 

    pluton-pluto-hades-rapto-proserpina-ceres

Mitologia. Il geroglifico del segno della Vergine è la stilizzazione della Vergine alata. La figura mitica più vicina alla Vergine è Demetra, dea materna della Terra. Figlia di Crono e di Rea, possiede una personalità religiosa e mitica allo stesso tempo. Demetra è la divinità della terra coltivata, e, per eccellenza, la dea delle messi che ha nel suo omonimo la stella Spica situata sulla “spiga di grano” dell’Alfa Virginis.

La leggenda narra che Ade, dio degli Inferi, con l’aiuto di Zeus rapì Persefone, figlia di Demetra. Mentre la giovane raccoglieva un narciso, la terra si aprì, apparve Ade su un carro trainato da quattro cavalli neri, che la trascinò nel mondo degli Inferi. Demetra sentì le grida della figlia. Iniziò a cercarla, ma invano. Per nove notti e nove giorni la dea vagò sulla terra, tenendo fra le mani una fiaccola accesa. Fu Elio, il Sole, che vede e sente tutto, a rivelarle quanto accaduto. Demetra allora, crucciata contro gli dèi ed immersa nel suo dolore, cominciò a vivere in luoghi solitari, mentre procurava alla terra una terribile carestia. Demetra non intendeva sentir ragione; non avrebbe ridato fertilità alla terra fintanto che non le fosse stata restituita la figlia. Cosicché Zeus fu obbligato ad inviare Ermes negli Inferi per convincere Ade a restituire Persefone alla madre. Avendo però Persefone gustato il melograno, simbolo dell’amore, era impossibilitata a ritornare definitivamente sulla terra. Si convenne quindi che Persefone trascorresse il periodo invernale –in cui la terra dorme- negli Inferi col proprio sposo e signore, e il periodo di fioritura e maturazione con la madre, sull’Olimpo.

Il nativo del segno della Vergine è dotato di uno sviluppato senso pratico e critico, alieno da ogni fantasiosa utopia. Possiede capacità organizzative, coscienziosità, costanza e grande resistenza nel lavoro. Amore dell’ordine e della precisione. Intelligenza acuta svolgentesi con attività metodica ed estremo senso analitico con ricerca del dettaglio. Senso del risparmio e autocontrollo. Magnifiche doti di eloquenza resa più attraente da un vivace senso di umorismo spinto a volte sino a una simpatica autocritica.  Ricerca del vocabolo mirato onde esprimere il pensiero nella sfumatura voluta.

Tutte le belle virtù di cui sopra, spiccano naturalmente nel tipo superiore. Nel tipo inferiore, che non di rado coesiste col primo, sia in modo permanente che alternato (non va dimenticato che la Vergine è un Segno doppio come i Gemelli, il Sagittario e i Pesci) la base sostanziale delle virtù degrada in disordinati eccessi: l’orizzonte ancor più ristretto, la tendenza verso ruoli subalterni, e ancor più spesso mediocri. Il senso della misura diventa intemperanza, il razionale e l’irrazionale si alternano, l’intelligenza tende alla furberia, la parsimonia all’avarizia, con improvvisi e consequenziali contraccolpi di prodigalità.

ape1Secondo la tradizione, gli animali associati al Segno della Vergine sono le formiche. Esse erano un attributo di Cerere –dea latina delle messi- ed erano impiegate per la divinazione. Inoltre: le api, considerate in Grecia simbolo del lavoro e dell’obbedienza.

!B25ty7QBGk~$(KGrHqIOKk!EyPSml3ZlBMkRzCqNdg~~_35Le pietre che più si adattano al Segno della Vergine sono: lo zaffiro giallo che stimola le intuizioni e aiuta a combattere l’indecisione e la confusione mentale; la corniola –collegata al 2° chakra- ha influssi benefici sull’intestino, le vie urinarie e il fegato; l’ametista –collegata al 6° chakra- aiuta la concentrazione, stimola l’intuizione e ha un effetto equilibrante sul soggetto iperemotivo. Altre pietre: l’azzurrite, la kunzite, la sodalite.

I colori sono abbinati al segno della Vergine sono: nocciola, marrone e segnatamente il colore bruno-viola.  Il suo metallo, il mercurio. Il suo giorno, il mercoledì.